Festa dell’Architetto 2016

I premi: Tscholl, Franzoso, Giglia, Manzo

«Va a Werner Tscholl il Premio Architetto italiano 2016 per il complesso di opere che contraddistinguono il suo percorso professionale e di ricerca. Tscholl, secondo le motivazioni della giuria “è architetto fortemente radicato nel contesto fisico e sociale in cui opera; i suoi lavori hanno contribuito in maniera determinante a caratterizzare luoghi che hanno fatto della qualità del progetto di architettura un tratto distintivo. Attraverso la propria opera interpreta e reinventa il contesto con soluzioni progettuali sempre in calibrato equilibrio dialettico tra tradizione costruttiva locale e innovazione del linguaggio. Ne deriva un’architettura che rivela sempre la volontà di affermare la cultura e la storia dei luoghi”.
Assegnato a Mirko Franzoso il Giovane talento dell’architettura italiana 2016, per il progetto nuova casa sociale per l’abitato di Caltron a Cles (TN), opera che funge da trait d’union tra l’edificato storico ed il verde agricolo. “L’edificio rappresenta un punto di incontro in cui gli abitanti del luogo hanno la possibilità di incontrarsi e confrontarsi per far crescere l’identità della comunità. Il progetto è stato particolarmente apprezzato per il rapporto equilibrato che instaura con l’edificato storico della borgata e il vicino contesto agricolo.

Il progetto si distingue per le scelte architettoniche determinate dal luogo nel quale si inserisce e dall’importante ruolo sociale che ricopre un edificio di questo genere”. L’opera è frutto di un concorso a inviti rivolto ad architetti under 35, vinto nel 2012.
QUID vicololuna a Favara (AG), capogruppo Lillo Giglia Architecture, e area colloqui all’aperto del Carcere di Torino, Casa Circondariale Lorusso e Cutugno (TO), capogruppo Stefania Manzo sono i progetti vincitori, rispettivamente della sezione Architetti e di quella riservata a Università, Enti, Fondazioni e Associazioni del Premio Riuso 05 Rigenerazione Urbana Sostenibile.
I Premi (banditi dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori in occasione della Festa dell’Architetto 2016 ospitata dalla Biennale di Venezia nella storica sede di Ca’ Giustinian, in concomitanza con la 15. Mostra Internazionale di Architettura) sono stati assegnati da una giuria presieduta da Simone Sfriso di TamAssociati, gruppo curatoriale del Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2016 e vincitore del Premio Architetto Italiano 2014».

imagecredits courtesy awn.it

Werner Tschol Passmuseum werner-tschol-passmuseum