Daniel Libeskind Ceramic Crown

Casalgrande Padana

The Crown è un nuovo spettacolare landmark che si pone in continuità con l’ormai famoso Casalgrande Ceramic Cloud, prima opera realizzata in Italia dal maestro giapponese Kengo Kuma.

Anche in questo caso, il progetto è stato affidato a un protagonista del panorama architettonico contemporaneo: Daniel Libeskind.

Figura di spicco a livello internazionale, Libeskind da tempo ha stretto un proficuo rapporto di collaborazione con Casalgrande Padana, nell’ambito di un comune percorso di ricerca formale e sviluppo tecnologico che ha già prodotto risultati di grande prestigio e contenuto: dai sistemi di facciata per Le Residenze City Life a Milano all’istallazione Pinnacle in occasione di Cersaie  Bologna Water Design 2013, dalla nuova serie di lastre ceramiche Fractile allo spettacolare rivestimento del Vanke Pavillion a Expo 2015, fino agli involucri di alcuni importanti edifici in corso di realizzazione in diverse capitali estere.

Casalgrande Ceramic Crown si configura come un’inconsueta struttura tridimensionale che sperimenta innovativi utilizzi applicativi dei componenti ceramici di ultima generazione.

Interamente rivestita con elementi Fractile, speciali lastre in grès porcellanato caratterizzate da un motivo frattale a rilievo, la costruzione si sviluppa in verticale con una spirale che raggiunge i 25 metri di altezza. Una forma di pura espressività compositiva che enfatizza la verticalità con una sorta di proiezione volumetrica dello schizzo tracciato a mano che si concretizza in un virtuosismo costruttivo per dimostrare che un materiale ecologico e flessibile come il grès porcellanato può essere applicato nei contesti più inaspettati. Concepito come una facciata ventilata ancorata a una struttura di acciaio molto snella ed esile, The Crown è destinato a diventare un nuovo punto di riferimento architettonico nel contesto territoriale che circonda lo stabilimento Casalgrande Padana.