Plečnik and the river

Casa Plečnik Lubiana

fino al 2 ottobre 2016
mostra
Plečnik and the river: reconstruction of Ljubljana’s embankments and bridges
a cura di Ana Porok
Casa Plečnik
Karunova 4-6
Lubiana (Slovenia)

«Ha riaperto al pubblico lo scorso settembre 2015 dopo due anni di restauro la Casa di Plečnik a Trnovo. Alla casa dell’architetto che conserva gli ambienti originali, gli oggetti a lui appartenuti e un magnifico giardino è stato aggiunto un nuovo museo che illustra la sua vita e le sue opere.
Sono stati realizzati un centro studi e alcune sale per mostre temporanee e sono stati approntati dei programmi di divulgazione e istruzione. Negli ultimi otto anni il restauro della Casa di Plečnik è stato diretto da Jerneja Batič dell’Assessorato alla cultura del Comune di Lubiana, cui appartiene la casa e che ne ha finanziato il restauro. Jerneja Batič sottolinea che il progetto di restauro comprende una serie di attività fondamentali: “durante il restauro il Museo e le Gallerie di Lubiana hanno redatto un inventario completo della collezione Plečnik e hanno digitalizzato i progetti originali di Plečnik. È stato raggiunto un accordo tra il Museo e le Gallerie di Lubiana e il Museo di architettura e design per tutelare il patrimonio. Il restauro ha permesso di realizzare gli ambienti per una mostra permanente e per mostre temporanee ed è stato creato un centro studi sull’opera di Plečnik. La casa è ora accessibile anche ai disabili ed è stato portato a termine con successo il difficile restauro della casa e del giardino di Plečnik”.

Una novità nella rinnovata casa di Plečnik è una mostra permanente preparata da Ana Porok, la curatrice della collezione Plečnik al Museo e alle Gallerie di Lubiana e dai suoi colleghi. Per quanto riguarda il contenuto la mostra si divide in due sezioni: le opere dell’architetto a Vienna, Praga e soprattutto a Lubiana e la sua vita privata. Nell’atrio d’ingresso i visitatori scoprono la biografia di Plečnik, gli avvenimenti principali della sua vita e le opere, i suoi contemporanei e gli edifici dell’epoca. Vengono presentati due luoghi fondamentali delle sue opere creative: Vienna con la casa Zacherl e Praga con il suo castello. La sala maggiore presenta le opere di Plečnik a Lubiana e un modello della città evidenzia le sue vedute urbanistiche e i suoi edifici. Alcuni progetti originali sono collocati nei cassetti della base su cui poggia il modello e gli schermi digitali affianco permettono ricerche più dettagliate. Alle pareti troviamo una selezione dei grandi progetti di Plečnik a Lubiana: il cimitero Žale, la Libreria nazionale, la Libreria universitaria e il mercato principale. Nella piccola sala attigua sono presentate le visioni di Plečnik mai realizzate e una particolare attenzione è dedicata alla Cattedrale della libertà, la visione dell’architetto del Parlamento sloveno. L’ultimo spazio espositivo al piano terra e la cosiddetta stanza di Urška, cioè la stanza in cui visse la governante di Plečnik, Urška Luzar. Qui troviamo il mondo personale di Plečnik: la sua famiglia e le sue origini, i suoi anni di studio, i suoi contemporanei e i suoi studenti. Sono esposti anche oggetti e fotografie personali, premi e alcuni oggetti da lui progettati».

immagine homepage
casa Plecnik 2015 imagecredits foto Matevž Paternoster CC BY-ND 2.5 source Museum and Galleries of Ljubljana

progetto di casa Plečnik, Karunova 4, Ljubljana, 1923 imagecredits photo by MGML Documentation CC BY-ND 2.5 source Museum and Galleries of Ljubljana casa Plečnik, Karunova 4, Ljubljana, 1923 imagecredits photo by MGML Documentation CC BY-ND 2.5 source Museum and Galleries of Ljubljana