892 | JEAN-JACQUES LEQUEU

«Oggi quest’opera senza pari non ci appare più come uno sterile enigma, quanto un immenso e fertile territorio immaginario, dove architettura e letteratura si incontrano in un’utopia disegnata con l’“encre de la mélancolie”» – Elisa Boeri e Jean-Philippe Garric.
892 JEAN-JACQUES LEQUEU